Tempo di positivizzazione delle emocolture nelle sepsi pediatriche

Nella maggior parte degli ospedali, i bambini con sospetta sepsi vengono trattati con terapia antibiotica empirica per almeno 48 ore in attesa dei risultati delle emocolture. Diversi studi hanno messo in discussione la durata ottimale del trattamento empirico, per cui un gruppo di autori australiani ha valutato prospetticamente il tempo di positivizzazione (time-to-positivity, TTP) delle emocolture nei pazienti pediatrici di età compresa tra 0 e 16 anni con sepsi confermata.

Sono stati valutati i risultati di 521 episodi di batteriemia (età media 103 giorni, intervallo 0 giorni-16,9 anni). La TTP mediana era di 12 ore (IQR 8-17 h, intervallo 0-109 ore). A 24h, 36h e 48 h, 460 (88%), 498 (96%) e 510 (98%) emocolture, rispettivamente, erano positive. La TTP era indipendente dall'età, dal sesso, dalla presenza di comorbidità, dal sito di infezione e dalla gravità dell'infezione. La TTP mediana in tutti i gruppi di età era più corta per lo streptococco di gruppo B (8,7 ore) e più lunga per gli stafilococchi coagulasi-negativi (16,2 ore).

In conclusione, le emocolture erano positive entro 36 ore dall'incubazione nel 90% dei bambini con sepsi. La TTP era <24 ore nella grande maggioranza dei bambini con sepsi (in 9 bambini su 10), ma occasionalmente era > 36-48 ore. Pertanto, gli autori concludono che la regola di trattare o osservare tutti i bambini per almeno 48 ore non sarebbe giustificata, piuttosto la decisione di continuare con il trattamento antibiotico empirico in assenza di emocoltura positiva dovrebbe essere riconsiderata caso per caso dopo 24 e 36 ore e il trattamento antibiotico interrotto se la diagnosi clinico/laboratoristica di sepsi non era forte. Tuttavia, sono necessari studi futuri per verificare se il trattamento antibiotico empirico nei bambini con emocolture negative può essere ridotto in sicurezza prima delle 48 ore e identificare i fattori che potrebbero consentire di prevedere quali bambini con SIRS avranno ancora emocolture positive oltre le 36 ore di incubazione.

FULL TEXT: https://www.frontiersin.org/articles/10.3389/fped.2018.00222/full?utm_source=F-AAE&utm_medium=EMLF&utm_campaign=MRK_750200_61_Pediat_20180828_arts_A