Statuto

ART. 1 – DENOMINAZIONE E DURATA

È costituita una Associazione Culturale e Scientifica denominata “Società Italiana di Infettivologia Pediatrica” affiliata alla Società Italiana di Pediatria. La denominazione può essere spesa anche nella forma abbreviata “SITIP”.

ART. 2 – SEDE

La SITIP ha sede nella città di residenza abituale del presidente in carica e sede amministrativa nella città designata dal Comitato Direttivo (C.D.).

ART. 3 – OGGETTO SOCIALE, FINALITA’, OBIETTIVI

La SITIP è apolitica, non ha fini di lucro, persegue e allarga gli scopi ed obiettivi del gruppo di lavoro di Infettivologia  della Società Italiana di pediatria (SIP), in armonia con gli obiettivi di cui l’art. 2 dello Statuto della SIP.

In particolare si propone di:
  1. Favorire e promuovere la ricerca, la didattica e l’assistenza nell’ambito della Infettivologia Pediatrica, intesa quale disciplina che si occupa di tutta la Patologia Infettiva del soggetto di età pediatrica, inclusi i problemi di prevenzione, di inquadramento etiologico, di espressività clinica e di terapia.
  2. Favorire lo sviluppo, la standardizzazione e la valutazione delle metodologie di ricerca e di applicazione clinica in Infettivologia, anche mediante la costituzione di gruppi di lavoro e task force ad hoc.
  3. Promuovere una fattiva collaborazione scientifica, didattica, organizzativa e assistenziale con gruppi e società italiane e straniere, favorendo anche la formazione scientifica, didattica, organizzativa e assistenziale con gruppi e società italiane o straniere, favorendo anche la formazione scientifica dei giovani ricercatori.
  4. Promuovere la diffusione delle conoscenze e l’insegnamento nel campo della Infettivologia (anche attraverso congressi, convegni, riunioni e corsi di aggiornamento e di specializzazione), nonché favorire iniziative rivolte alla prevenzione delle malattie infettive e al riconoscimento degli aspetti sociali delle stesse.
  5. Promuovere il riconoscimento della Infettivologia Pediatrica come disciplina a livello degli organi centrali e regionali competenti, favorendo la corretta organizzazione delle cure del bambino in tutti i suoi aspetti.

ART. 4 - SOCI

I soci sono distinti in:

  • Ordinari: medici italiani che dedicano la loro attività agli scopi di cui alll’Art. 3;
  • Corrispondenti: medici stranieri con gli stessi requisiti di cui sopra;
  • Onorari: cittadini italiani o stranieri che abbiano acquisito particolari benemerenze nello studio e nella soluzione dei problemi dell’età evolutiva.

L’ammissione alla SITIP come Socio ordinario, su domanda scritta dell’aspirante Socio, appoggiata dalla firma di due Soci, viene decisa dal C.D.

In armonia con lo Statuto della Società Italiana di infettivologia Pediatrica (SIP) i Soci ordinari debbono di regola essere iscritti a detta Società. Sono comunque ammessi, sempre a giudizio del C.D. , anche i medici non iscritti alla SIP. La proporzione dei Soci ordinari non iscritti alla SIP non può comunque superare il 15% del totale dei Soci ordinari.

ART. 5 – QUOTA SOCIALE E PATRIMONIO

I Soci ordinari devono pagare annualmente la quota associativa nella misura proposta dal Comitato Direttivo ed approvata dall’Assemblea. I Soci onorari e corrispondenti sono esentati dal pagamento della quota. Il patrimonio della Società è costituito dalle quote dei Soci ordinari e da somme o altri beni eventualmente devoluti da enti pubblici e privati o da altre personalità giuridiche per la realizzazione delle finalità associative di cui all’Art. 4.

Una parte della quota sociale viene destinata ai gruppi regionali.

ART. 6 – ORGANI

Sono organi della SITIP:

  • L’Assemblea Generale dei Soci;
  • Il Presidente;
  • Il tesoriere;
  • Il Comitato Direttivo;
  • Il collegio dei Revisori dei Conti.

ART. 7 – ASSEMBLEA GENERALE DEI SOCI

L’assemblea Generale dei Soci è costituita dai Soci Ordinari, in regola con la quota sociale.

Le sue deliberazioni sono prese a maggioranza semplice ed in conformità della Legge dello statuto sociale e obbligano tutti i Soci, anche se assenti o dissenzienti

Viene Convocata dal Presidente, con avviso inviato individualmente ai Soci ordinari almeno 30 giorni prima della data di convocazione:

  1. In seduta ordinaria, una volta all’anno, in occasione del Congresso nazionale della SITIP o del Congresso Nazionale della Società Italiana di Pediatria
  2. In seduta ordinaria, per delibera del Comitato Direttivo o su richiesta di almeno 1/10 dei Soci ordinari

L’assemblea delibera validamente sui punti posti all’Ordine del Giorno qualunque sia il numero dei soci intervenuti

L’Assemblea è presieduta dal Presidente della SITIP o, in sua vece, da un Delegato del Comitato Direttivo.

L’assemblea generale:

  • Elegge in distinte votazioni, con schede segrete:
    1. Il Presidente;
    2. Il Tesoriere;
    3. I 6 membri del Comitato Direttivo (due rappresentanti del Nord, due del Centro e due del Sud);
    4. I 3 membri del Collegio dei Revisori dei conti;
  • Si esprime con un voto sul bilanio finanziari e sull’attività della Società;
  • Delibera sulle proposte avanzate dal Comitato Direttivo e dai Soci;
  • Su proposta del Comitato Direttivo, nomina i Soci Corrispondenti e quelli Onorari;
  • Designa la sede del Congresso Nazionale o del Corso di Aggiornamento Nazionale, sulla base delle proposte pervenute al Comitato Direttivo
  • Delibera sulle modifiche dello Statuto e del Regolamento;
  • Delibera sull’importo della quota sociale;
  • Delibera sullo scioglimento della Società.

ART. 8 – PRESIDENTE, TESORIERE E CONSIGLIERI

Il Presidenti, il Tesoriere ed i consiglieri sono eletti dall’Assemblea Generale dei Soci e rimangono in carica per un triennio.

Tutti i Soci ordinari in regola con le quote sociali costituiscono elettorato attivo e passivo.

Il Presidente e i Consiglieri non sono immediatamente eleggibili nella stessa carica.

Il tesoriere può essere eletto per due mandati consecutivi.

In caso di vacanza del presidente subentra nella carica un Consigliere delegato dal Comitato Direttivo, sino alla prima seduta ordinaria dell’Assemblea Generale.

In caso di impedimento del Presidente le sue funzioni vengono temporaneamente svolte da un Consigliere delegato dal Comitato Direttivo.

In caso di vacanza del tesoriere le sue funzioni vengono svolte dal Presidente.

Il Presidente rappresenta la Società in ogni occasione:

  • Convoca e presiede il Comitato Direttivo, l’Assemblea Generale ed il Consiglio Interregionale;
  • Cura l’esecuzione delle delibere del Comitato Direttivo, dell’Assemblea Generale e del Consiglio Interregionale;
  • Provvede a far conservare lo Statuto ed il Regolamento;
  • Conserva l’Archivio Sociale;
  • Presenta annualmente all’Assemblea Generale una relazione sulle attività del C.D. e della SITIP

Il tesoriere ha la responsabilità del bilancio finanziario della SITIP. Il tesoriere ha l’obbligo di presentare al Comitato Direttivo il conto consuntivo al 31 Dicembre di ogni anno e controllato dai Revisori dei conti, entro il 31 marzo dell’anno successivo.

Presenta annualmente la relazione finanziaria all’Assemblea Generale per l’approvazione.

ART. 9 – COMITATO DIRETTIVO

Il Comitato Direttivo è costituito da:

  1. Il Presidente;
  2. Il tesoriere;
  3. 6 membri (Nord, Centro, Sud) eletti dall’Assemblea Generale;
  4. Il Past President per l’anno successivo al termine del suo mandato.

Il Presidente, il tesoriere e i membri elettivi sono eletti dall’Assemblea Generale con mandati triennali non immediatamente rinnovabili, con l’eccezione del Tesoriere il cui mandato è rinnovabile per una volta.

In caso di vacanza di un Membro del Comitato Direttivo, subentra il primo dei non eletti fino a completamento del mandato del membro sostituito. I membri subentrati nella seconda metà del mandato possono essere rieletti anche immediatamente. La vancanza simultanea di almeno 4 membri del Comitato Direttivo comporta la decadenza dello stesso e la rielezione da parte dell’Assemblea convocata in seduta ordinaria o straordinaria.

Il Comitato Direttivo nomina un Segretario.

Il Comitato Direttivo delibera a maggioranza semplice. In caso di parità di voti, prevale il voto del presidente.

Il Comitato Direttivo è investito dai più ampi poteri per intraprendere o autorizzare ogni atto o operazione che rientrino nelle finalità della SITIP e che non siano prerogativa dell’Assemblea, entro i limiti e con l’osservanza delle norme stabilite dall’ordinamento giuridic.

E precisamente:

  1. Delibera sulle attività della SITIP, in armonia con lo Statuto e con i mandati dell’Assemblea Generale, nonché tendendo conto delle proposte formulate dal Consiglio Interregionale;
  2. Nomina i Soci ordinari e propone all’Assemblea Generale le nomine dei Soci Corrispondenti e Onorari;
  3. Amministra il patrimonio della Società;
  4. Indice il Congresso Nazionale e i Corsi di Aggiornamento Nazionali e ne definisce il programma scientifico;
  5. Stabilisce l’ordine del giorno dell’Assemblea Generale;
  6. Ove richiesto dal CD della SIP designa i rappresentanti a far parte delle commissioni permanenti.

Il Presidente è tenuto a convocare il Comitato Direttivo a seguito di richiesta scritta e motivata presentata da tre membri del Comitato Direttivo stesso.

Nei casi di motivata ed indifferibile urgenza la convocazione può anche essere effettuale 48 ore prima della riunione tramite telegramma.

Il Comitato Direttivo è validamente costituito con la presenza della maggioranza dei membri ordinari.

Per la validità delle deliberazioni è necessario il voto favorevole della maggioranza dei membri presenti. In caso di parità prevale il voto del Presidente.

Il Comitato Direttivo può invitate ad assistere alle proprie riunioni consulenti e persone estranee al Comitato stesso.

Di ogni riunione viene redatto un verbale delle che, sottoscritto dal Presidente e dal Segretario, è conservato agli atti della Società ed è a disposizione dei membri del Comitato Direttivo per la consultazione.

Il testo anche parziale, scritto o registrato, del verbale non può essere reso pubblico in qualsiasi forma senza autorizzazione del Comitato Direttivo.

ART. 10 COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI

Il Collegio dei Revisori è composto da 3 membri che rimangono in carica tre anni e possono essere eletti per due mandati consecutivi.

Il Collegio adempie ai controlli sulla regolarità contabile del bilancio consuntivo della SITIP .

Esso a tale scopo si riunisce ogni anno entro il 31 Marzo.

ART. 11 – CONGRESSO NAZIONALE, CORSI DI AGGIORNAMENTO E ALTRE RIUNIONI

Il Congresso Nazionale della Società Italiana di Infettivologia Pediatrica ha luogo almeno una volta ogni due anni ed è contraddistinto da un numero progressivo.

La sede e il programma scientifico del congresso sono definiti dal Comitato Direttivo sulla base delle indicazioni ad esso pervenute.

I Soci che intendono indire riunioni a carattere locale o regionale su argomenti conformi all’Art. 3 sono tenuti a darne comunicazione al presidente della SITIP con almeno 2 mesi di anticipo.

ART. 12 – SCIOGLIMENTO

L’Assemblea Generale, convocata in seduta ordinaria o straordinaria, delibera a maggioranza semplice lo scioglimento della SIIP e la destinazione del patrimonio sociale.

ART. 13 – MODIFICHE ALLO STATUTO

Il presente Statuto può essere modificato dall’Assemblea Generale sempre in accordo con lo Statuto della Società Italiana di Pediatria convocata in seduta ordinaria con delibera a maggioranza semplice dei presenti

Le proposte di modifica possono essere formulate dal Comitato Direttivo, o da almeno 1/10 dei soci ordinari con nota scritta e  indirizzata al presidente della Società. Il Presidente deve includere nell’ordine del giorno dell’Assemblea dei soci un punto relativo alle modifiche di Statuto e deve notificare ai soci il testo delle modifiche proposte almeno un mese prima della convocazione dell’Assemblea stessa.