Skip to main content

Milioni di giovani presentano sintomi post-acuti da COVID (long-COVID)

News Covid

Marzo 19, 2024

Postacute Sequelae of SARS-CoV-2 in Children
Suchitra Rao, et al. Pediatrics 2024 Feb 7. https://doi.org/10.1542/peds.2023-062570

Secondo uno studio del National Institute of Health, mentre la maggior parte dei bambini e adolescenti guarisce dal COVID-19 nel giro di pochi giorni o settimane, alcuni sperimentano effetti più duraturi. I sintomi post-acuti del cosiddetto long-COVID possono includere mal di testa, perdita del gusto e dell'olfatto, diarrea, dolore cronico, eruzioni cutanee, annebbiamento del cervello e vertigini; ma anche condizioni di salute più gravi come problemi cardiaci e diabete.

Gli autori, che hanno esaminato gli studi pediatrici pertinenti ai sintomi di long-COVID, stimano che questa sintomatologia colpisca circa 5,8 milioni di giovani, considerando i tassi di infezione e sintomatologia persistente del 10%-20%. Il long-COVID può svilupparsi anche in chi ha avuto un'infezione asintomatica, anche se questo è più raramente rilevato. I sintomi respiratori, tra cui tosse, oppressione toracica e mancanza di respiro - che possono esacerbare l'asma e altre condizioni respiratorie - insieme alla stanchezza, sono alcuni dei sintomi comuni nei bambini.

Alcuni studi hanno inoltre riportato un aumento dell'incidenza del diabete di tipo 1 e di tipo 2, nonché un aumento delle complicanze del diabete potenzialmente letali nei bambini e negli adolescenti almeno 30 giorni dopo l'infezione da SARS-CoV-2. Un altro studio ha rilevato un aumento del 72% del rischio di sviluppare il diabete di tipo 1 nei primi sei mesi dopo l'infezione. Mentre la maggior parte dei giovani con long-COVID si riprende nell'arco di alcuni mesi, circa un terzo presenta sintomi a 12 mesi dall’infezione da COVID-19. Pochi studi hanno invece esaminato la persistenza dei sintomi di long-COVID pediatrico dopo un anno, e pertanto si ritiene necessario continuare la ricerca.

Altre News

Il virus SARS-CoV-2 alla luce del sole…

Efficacia di un vaccino tetravalente contro la Dengue in bambini ed adolescenti

Terapia antibiotica della polmonite in setting a rischio: prolungare la terapia non fornisce nessun vantaggio a breve-medio termine.

Antibioticoterapia sul podio dei trattamenti in terapia intensiva neonatale: l’infettivologo non esulta!

Per quanto trattare la polmonite? Forse il problema è capire quando è veramente batterica…