I bambini esposti ad HIV sono a maggior rischio di sviluppare un’infezione congenita da CMV.

News

Novembre 19, 2018

L’infezione congenita da citomegalovirus (CMV) è una causa importante di perdita dell'udito e alterazioni dello sviluppo psico-motorio in età pediatrica. Evidenze in letteratura suggeriscono che i bambini esposti all'HIV sono a maggior rischio di acquisire l’infezione congenita da CMV.

Uno studio condotto da Adachi K. e collaboratori, ha valutato i fattori di rischio associati ad infezione congenita da CMV in bambini nati da madre con HIV, non in terapia antiretrovirale durante la gravidanza.
Sono stati raccolti 992 campioni di urina, di cui il 6,5% risultati positivi per CMV. I tassi di infezione congenita da CMV sono risultati 4 volte maggiori (OR:4,4; IC 95%: 2,3-8,2;p<0.001) nei bambini HIV positivi rispetto ai non infetti.
Gli autori concludono che l'infezione da HIV sembra essere un fattore di rischio per l’infezione congenita da CMV nei bambini le cui madri non hanno ricevuto terapia antiretrovirale adeguata in gravidanza.

Il full-text dell’articolo è disponibile su: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/30216294 

Altre News

Rinforzato il sistema EudraVigilance per la farmacovigilanza europea dell'Ema.

Una nuova arma contro i batteri Gram + multiresistenti

Epidemiologia ed eziologia delle infezioni batteriche invasive nei lattanti di età inferiore a 60 giorni

mRNA-1273 COVID-19 vaccine effectiveness against the B.1.1.7 and B.1.351 variants and severe COVID-19 disease in Qatar

Utilizzo del QuantiFERON-TB in pazienti pediatrici con infezione da HIV e Tubercolosi attiva in Francia

Piazza Pio XI, 62, 00165 Roma, Italia
Tel: 06.45491195
Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
P. IVA: 08313330964
C.F.: 96364730588


Copyright © 2021 SITIP. All Rights Reserved.